Archivio mensile:novembre 2016

02 Agosto 2016 Githio – istmo Kranai

Lasciamo Elafonisos per raggiungere Githio dove chiuderemo virtualmente la circumnavigazione del Peloponneso. Negli anni della nostra permanenza nelle acque dello Ionio, ci siamo spinti infatti fino a capo Tenaro ed a Porto Kaio.

Githio

Githio

Troppa è la curiosità di dare una sbirciatina al mitologico istmo Kranai dove Paride, trascorse la prima notte d’amore con la bellissima con Elena.

Istmo Kranai

Istmo Kranai

elafonisos-githio

elafonisos-githio

01 Agosto 2016 Capo Malèas

Le previsioni sono buone, lasciamo la bellissima Monemvasia per doppiare capo Malèas. C’è molta attesa per quello che dovrebbe essere l’evento della nostra crociera estiva. Dopo averne sentito molto parlare e raccontare da amici e navigatori, finalmente oggi tocca  a noi vivere questo magico momento.

Capo Malèas

Capo Malèas

Capo Malèas

Capo Malèas

Doppiamo il capo senza una bava di vento, terminiamo di fare le nostre fotografie in scioltezza e all’improvviso veniamo sorpresi da raffiche fino a 30 nodi! Da zero a 30 nodi!  Non ho ancora capito se si sia trattato di un saluto o di un avvertimento…

31 Luglio 2016 Baia Fokianos – Monemvasia

In mattinata, dopo una notte tranquilla, lasciamo baia Fokianos e ci dirigiamo verso sud, a Monemvasia, la cittadella fortificata con un’unico accesso. 28 Miglia quasi tutte a vela.

Monemvasia - Μονεμβασιά

fokianos_monenvasia

Abbiamo deciso di rimanere solo per una notte, dobbiamo scendere quanto prima. Ci riproponiamo di fare una visita approfondita durante il nostro ritorno ad Eghina. Nel frattempo ci godiamo la spettacolare coreografia che Monemvasia offre.

Monemvasia - Μονεμβασιά

Monemvasia – Μονεμβασιά

 

30 Luglio 2016 Spetses – Baia Fokianos

Le previsioni meteo sono buone, nulla di particolare è previsto nell’Egeo  cicladico e possiamo scendere lungo la costa del Peloponneso, destinazione baia Fokianos. Lasciamo con riluttanza baia Zogheria con una bella partenza a vela dall’ancora, un frettoloso saluto ai vicini di una notte e ci dirigiamo a doppiare l’isolotto di Petrokaravo.

spetses_baia-fokianos

spetses_baia-fokianos

Nel tardo pomeriggio, dopo una splendida veleggiata, raggiungiamo baia Fokianos. Ingaggiamo una piccola schermaglia con un’imbarcazione svedese per raggiungere il punto più riparato della baia, ma lo svedese non è nuovo del posto e rapidamente manovra per posizionarsi in una zona dove oggettivamente non mi sarei spinto! Siamo comunque soddisfatti della posizione raggiunta, la notte può trascorrere in tutta tranquillità. Le ripide alture del peloponneso che si proiettano sul mare ed il lontano respiro dell’Egeo trasmettono la sensazione di quanta sia la forza della natura che a volte possa scatenarsi. Occhio sempre vigile! Un piatto di succose costolette d’agnello annaffiate da un buon vino rosso, nell’unica taverna sulla spiaggia, scacciano gli ultimi fantasmi.

Baia Fokianos

Baia Fokianos

29 Luglio 2016 Poros – Spetses

Lasciamo Poros in direzione dell’isola di Spetses e precisamente di baia Zogheria. Un venticello di circa venti nodi ci lascia prendere nuovamente confidenza con Katlen e ci spinge velocemente verso sud. Sono 28 mg di navigazione ed abbiamo a disposizione tutta la giornata, una splendida giornata !

poros_spetses

poros_spetses

Rinunciamo ad infilarci nella parte sinistra della baia Zogheria, ovviamente stipata di imbarcazioni.  Ci dirigiamo verso destra in una zona ben più ampia e contornata da un fitto bosco di pini marittimi. Bella, bellissima… non si può certo dire che sia un ripiego !

Spetses - baia Zogheria

Spetses – baia Zogheria