10 Agosto Vassiliky – Preveza

Ultima tappa verso Preveza. Scegliamo di risalire la costa occidentale di Lefkada per approfittare di una delle bianche e splendide spiagge che la caratterizzano. Evitiamo in questo modo il canale e riusciamo a godere della spiaggia di Egrimmi. Acqua semplicemente splendida su di un fondale sabbioso bianchissimo. L’arrivo a Preveza avviene verso le 17:00e concludiamo così anche questa splendida vacanza greca.

Termina così un lungo trasferimento da Egina allo Ionio, chissà un giorno probabilmente ritorneremo nel Saronico e magari saremo pronti per affrontare l’Egeo in tempi e stagioni in cui il Meltemi sarà meno irruento.

Capo Lefkada
Spiaggia di Egrimmi
Spiaggia di Egrimmi

8 Agosto Sivota – Vassiliky

Questa volta preferiamo passare ad occidende di Lefkada, è l’occasione per infilarsi nella profonda insenatura di Vassiliky, baia ventosa paradiso del kite surfing e delle piccole derive. Il soave profumo di mirto è segno distintivo di questa zona.

Vassiliky

07 Agosto Vathi – Sivota

Lefkada è l’isola che dobbiamo raggiungere ed in particolare Baia Sivota. Tanto è carina Sivota, quanto presa d’assalto nel periodo estivo. Solitamente dobbiamo faticare per trovare un giusto posizionamento cercando di prendere le giuste misure dalle altre barche, e chissà perchè quando troviamo una sistemazione arriva sempre quello dell’ultimo minuto che spariglia le carte e inventa soluzioni innovative per passare la notte senza tener conto delle ancore e catene altrui…

Prima di raggiungere Sivota dobbiamo però risalire Cefalonia, evitando accuratamente le secche nella zona sud, di cui tanti sbadati diportisti hanno fatto conoscenza accarezzandole con le loro chiglie.

Nel trasferimento ci concediamo il solito bagnetto rinfrescante nelle cristalline acque dell’isolotto di Arkoudi.

Arkoudi
Arkoudi

06 Agosto Kato Katelio – Vathi

Una delle nostre mete preferite è la baia di Vathi ad Itaca dove solitamente facciamo rifornimento di carburante e scorta di provviste.

Questa per noi è praticamente una tappa fissa, occasione anche per gironzolare tra i negozietti del centro e un buon gelato nella piazza principale.

Vathi
Vathi

04 Agosto Katakolon – Kato Katelio

L’obiettivo è quello di raggiungere il sud di Cefalonia e precisamente Kato Katelio. Siamo affezionati a questa baia verde smeraldo, tanto tranquilla di giorno, quanto ballerina la notte. Solitamente si innesca infatti un fastidioso moto ondoso a causa del vento di nord ovest che nel periodo estivo soffia stabilmente sullo Ionio.

Kato Katelio
Kato Katelio

3 Agosto Pylos – Katakolon

Di buon mattino leviamo l’ancora e dirigiamo la prua verso Katakolon. Il vento è con noi e riusciamo a veleggiare con un fresco vento di 20 nodi fino a Katakolon, tappa intermedia nella nostra risalita verso Preveza. Lungo e felice trasferimento a vela che termina quasi verso sera (17:00) di fronte alla cittadina di Katakolon.

Non siamo mai stati affascinati particolarmente da questa località entrata a far parte del giro delle grandi navi da crociera. E’ sicuramente però un buon punto di appoggio che abbiamo già utilizzato in passato per raggiungere il sito archeologico di Olimpia.

Per noi questa volta è solo una tappa per smezzare la risalita del Peloponneso Occidentale.

Faro di Katakolon

02 Agosto Koroni – Pylos

Trasferimento in una delle località più cariche di storia e accadimenti di tutta la Grecia. Ce nè per tutti i gusti, a partire dalle citazioni nei poemi Omerici fino al sacificio del conte Santorre di Santarosa durante la difesa dell’isola di Sfacteria, e la battaglia navale di Navarino combattuta nel contesto della lotta per l’indipendenza Greca tra la flotta alleata di Inglesi, Francesi e Russi e la flotta Turco Egiziana di Ibraim Pascià.

Baia di Navarino
Baia di Navarino
via latte a Porto Kaio

29 Luglio Monemvasia – Porto Kaio

Per noi Porto Kaio ha un significato particolare, è un posto selvaggio dove la natura ha il sopravvento. Non so come dire, quel rifugio in fondo al Peloponneso ci fa sentire vicini come non mai alla madre terra, alla volta celeste in cui ci specchiamo, proiettati verso l’infinito. Si percepisce nettamente il respiro profondo del mare, il profumo della vegetazione che le montagne sovrastanti soffiano nella baia. E’ un luogo veramente speciale, ai confini della natura estrema.

Capo Malèas
Capo Malèas
Porto Kaio

27 Luglio Poros – Spetses

La destinazione iniziale sarebbe quella di Porto Heli, ma veniamo investiti da un forte temporale che ci costringe a rifugiarci nella baia Skillaion immediatamente più a sud di Nisos Gali. Devo ammettere che siamo rimasti proprio sorpresi da questa perturbazione, ma per fortuna è andato tutto bene. Nel pomeriggio ci siamo addormentati tutti a bordo e mentre l’ancora arava bellamente quasi andiamo a finire a terra. Uno strano sciabordio mi ha svegliato e con orrore mi sono visto con la poppa vicina a terra. A bordo ne abbiamo riparlato, abbiamo trovato attenuanti nel fatto che erano solo tre giorni che eravamo in acqua, che il temporale ci aveva stressato non poco, ma abbiamo convenuto che mai più la barca sarebbe rimasta senza un membro dell’equipaggio di guardia. Cosa che di fatto non è mai venuta meno negli anni precedenti, ma che non sarebbe più dovuta accadere….

Nel tardo pomeriggio l’ancora viene calata in baia a Spetses, il fondo è buon tenitore, il tempo finalmente ci dà tregua e passiamo una dolce notte cullati dal mare.

Sptses